Catanzaro: l'uomo arrestato per aver schiavizzato una donna lo aveva già fatto in passato

Carabinieri 550 24/11/2017 - L'uomo di 52 anni arrestato mercoledì in provincia di Catanzaro per aver sequestrato, schiavizzato e violentato una donna per dieci anni era già stato condannato per fatti simili più di vent'anni fa.

Aloisio Francesco Rosario Giordano, allora 30enne, era stato arrestato nel marzo 1995 per aver sequestrato, picchiato e violentato per cinque mesi una ragazza che all'epoca dei fatti aveva 23 anni. La giovane, Maria Rosa, era stata inoltre costretta ad abortire due volte con strumenti rudimentali.

Inizialmente era diventata l'amante di Giordano, sposato con una 28enne marocchina e padre di due figli piccoli. L'uomo in seguito l’aveva portata a casa sua obbligandola a vivere con la propria famiglia. Dopo il secondo aborto l'aveva rinchiusa in un casolare in campagna. Sempre a Gizzeria, dove qualche giorno fa è stata scoperta la baracca teatro degli ultimi abusi. Dopo cinque mesi di torture, la ragazza era riuscita a scappare perchè l'uomo si era dimenticato di chiudere a chiave la porta.

Giordano venne condannato a cinque anni di carcere per i reati di sequestro di persona, violenza sessuale, maltrattamenti e lesioni. La pena gli venne ridotta di alcuni mesi per buona condotta e uscì di prigione nel 1999.





Questo è un articolo pubblicato il 24-11-2017 alle 15:53 sul giornale del 25 novembre 2017 - 1116 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, sequestro, violenza sessuale, Catanzaro, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPgw