SEI IN > VIVERE FOLIGNO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Telemedicina, tecnologie innovative e dialisi domiciliare, alla USL Umbria 2 il futuro è già al lavoro

2' di lettura
40

Al via, presso l'unità operativa di Nefrologia e Dialisi dell'azienda Usl Umbria 2 diretta dalla dott.ssa Paola Vittoria Santirosi, un innovativo progetto di telemedicina per il follow-up dei pazienti in dialisi domiciliare.

Il sistema, donato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, consente ai medici di monitorare e visitare in tempo reale le condizioni di salute dei pazienti sottoposti a dialisi peritoneale o emodialisi domiciliare, evitando disagi negli spostamenti e frequenti accessi in ospedale.

"Dati e parametri vitali - spiega la dottoressa Santirosi - vengono trasmessi dall'abitazione del paziente alla centrale operativa dell'ospedale di Foligno tramite un'apparecchiatura mobile (totem) dotata di telecamera e monitor ad alta definizione. Il medico - prosegue il direttore della Nefrologia e Dialisi - può così interagire a distanza col paziente, effettuando visite, consulti e assistenza per l'addestramento alle procedure dialitiche. Una volta terminata la visita, il totem può essere spostato ad un altro domicilio".

Sono numerosi e molto importanti i vantaggi derivanti dall'applicazione di questa innovativa procedura e dall'utilizzo di moderne tecnologie: dalla riduzione degli accessi ospedalieri e delle liste d'attesa alla possibilità di seguire un maggior numero di pazienti senza perdite di tempo per gli spostamenti; dal monitoraggio costante delle condizioni cliniche con precoce individuazione delle complicanze al risparmio economico per le spese di trasferimento dei pazienti e conseguente equità di accesso alle cure anche per chi vive in zone remote o nel cratere sismico.

Dalla tele dialisi al follow up dei pazienti fino alla telemedicina estesa ad altre discipline.

"I programmi futuri - dichiara il direttore generale ff della Usl Umbria 2 dott. Piero Carsili, fortemente sostenuti dalla direzione strategica aziendale, in linea con le indicazioni regionali e sui quali i nostri professionisti sono già al lavoro, prevedono un ampliamento del servizio ad altre patologie croniche, teleconsulti multidisciplinari con valutazioni in contemporanea di più specialisti, presa in carico proattiva dei pazienti cronici attraverso team multidisciplinari, realizzazione di una vera 'medicina di prossimità' con lo specialista virtualmente a casa del paziente".

"Questo progetto - conclude il manager sanitario - rappresenta un'innovazione importante per la Usl Umbria 2, prima azienda della regione ad applicare la tele dialisi nell'ambito della nefrologia, qualificandone ulteriormente l'eccellenza. Un sentito ringraziamento, per le donazioni effettuate e per il sostegno costante, alla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno e alla presidente dott.ssa Monica Sassi per l'attenzione, la sensibilità e l'impegno a sostegno dell’ospedale di Foligno e dei professionisti della salute. Un plauso e un ringraziamento li rivolgo anche al direttore dell'ospedale "San Giovanni Battista" di Foligno nonché direttore del dipartimento di Riabilitazione dott. Mauro Zampolini che tanto si è speso, in questi anni, per sviluppare e implementare il progetto d'avanguardia della telemedicina, che abbatte le distanze e che sarà sempre più centrale nella medicina del futuro".

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook e Telegram di Vivere Foligno .
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFoligno oppure aggiungere il numero 376 0316334 alla propria rubrica e inviare un messaggio con scritto "Notizie ON".
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @viverefoligno o Clicca QUI.


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-03-2024 alle 10:13 sul giornale del 25 marzo 2024 - 40 letture






qrcode