SEI IN > VIVERE FOLIGNO > CRONACA
articolo

Il fungo prugnolo e quella raccolta indiscriminata: un cercatore a Monte Burano ne aveva ben 230

1' di lettura
74

Negli ultimi giorni sono stati intensificati i controlli in merito alla raccolta di funghi della specie prugnolo (tricholoma georgii o calocybe gambosa) nella provincia di Perugia.

Il prugnolo è un fungo che vegeta nei cespuglieti, tra incolti o boschi radi e prati pascoli con tappeto erboso integro. I cercatori spesso raccolgono il fungo quando ancora è nascosto dai ciuffi d'erba e non ha raggiunto i 4 cm di diametro, misura minima che ne consente la raccolta. La raccolta predatoria avviene strappando erba e arrecando danni anche alle fungaie.

Il Nucleo Carabinieri Forestale di Foligno, in località Monte Burano, ha controllato un cercatore di funghi che aveva raccolto ben 230 funghi sotto misura.
Si è proceduto al sequestro e successiva distruzione degli stessi e si è elevato al trasgressore un verbale per un importo di 701,00 euro. La sanzione prevista dalla legge regionale è di 26 euro per i primi 5 funghi e di 3 euro per ogni altro esemplare raccolto.

La stessa pattuglia, sul Monte Faeto nel Comune di Valtopina, ha elevato un verbale amministrativo ad un altro cercatore che aveva raccolto 30 prugnoli con diametro del cappello inferiore a 4 centimetri.
Anche in questo caso si è provveduto a sequestrare e distruggere i funghi sul posto elevando un verbale amministrativo per un importo di 101,00 euro.

I controlli sono mirati anche a verificare che i cercatori, per raggiungere le fungaie dei prugnoli, non attraversino prati ed incolti con mezzi a motore.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook e Telegram di Vivere Foligno .
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFoligno oppure aggiungere il numero 376 0316334 alla propria rubrica e inviare un messaggio con scritto "Notizie ON".
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @viverefoligno o Clicca QUI.


Questo è un articolo pubblicato il 13-04-2024 alle 10:23 sul giornale del 15 aprile 2024 - 74 letture






qrcode